• 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1

Il deserto é un elemento della natura molto forte, così come l’alta montagna e l’oceano, non si può improvvisarlo.
Ecco le mie raccomandazioni per fare del vostro soggiorno un vero successo:

  1. Bere regolarmente 2 litri di acqua per giorno. Non aspettare di avere sete. Molto spesso, la mancanza d’acqua é la prima causa di disturbi digestivi, lontana davanti alla qualità del cibo.
  2. In Marocco, le distanze non sono grandi, comunque il tempo di viaggio é molto importante quindi é meglio prevedere piccoli percorsi (soprattutto con bambini). Possiamo studiare il vostro itinerario e indicarvi le soste migliori.
  3. Preparare una borsa di soccorso con medici per la diarrea (Smecta) e il vomito, così come antistaminico per pinture d’insetto. Un aspira veleno é sempre benvenuto anche se é raramente usato.
  4. Per il trek, o in modo generale, portare con sè scarpe per il cammino (il basket leggero é meglio adattato rispetto a scarpe da montagna).
  5. Preparare salviettine e borraccia, lampadina elettrica oppure frontale, sapone senz’acqua e parecchie paia di calzature per evitare le vesciche.
  6. Non dimenticare crema solare (protettiva minima SPF 30), capello oppure beretto e, per quanto riguarda le donne, non dimenticare di coprire le spalle così come la scollatura…
  7. Prima di mangiare al ristorante o prima di salire nei taxi, si deve acconsentire sul prezzo in anticipo e assicurarvi di far utilizzare il tester (per il taxi).
  8. Non rispondere all'accatto dai bambini per non incitarlo.
  9. Nel Sud, sempre avere contanti con sé perché le carte di credito non sono accettate dappertutto ossia non funzionano.
  10. Imparare alcune parole di arabo prima del viaggio: ai marocchini piacciono molto le formule di cortesia semplici.
  11. Stare attenti alle false guide tra Ouarzazate e Agdez, quelli con le macchine in panne sul ciglio della strada. Non sono pericolosi ma vi vale una deviazione per un negozio di tappeti!
  12.  Stare attenti a tenersi bene quando si sale su dromedari o quando si scende.